Comincio a capovolgerlo casualmente e ad esprimere i risultati

Comincio a capovolgerlo casualmente e ad esprimere i risultati

Comincio a capovolgerlo casualmente e ad esprimere i risultati

Sul lato negativo, non è stato riscontrato alcun miglioramento nelle prestazioni di camminata di 6 minuti o altri test funzionali con il farmaco rispetto al placebo. Un funzionario dell’azienda ha suggerito, tuttavia, che il miglioramento funzionale potrebbe verificarsi con il trattamento continuato. AVI Biopharma prevede di continuare lo studio clinico di etiplirsen.

Endocrine Society attacca la decisione sul BPA

La recente decisione della FDA di continuare a consentire il plastificante chimico bisfenolo A (BPA) nei contenitori per alimenti ha incontrato una fredda accoglienza da parte della Endocrine Society.

Alla fine di marzo, la FDA ha dichiarato che rifiutava una petizione di gruppi ambientalisti e di consumatori che chiedevano all’agenzia di vietare il BPA da lattine, bottiglie di plastica e altri contenitori. I funzionari della FDA hanno affermato che non c’erano prove sufficienti che dimostrassero che la sostanza chimica causa danni alle dosi a cui la maggior parte delle persone sarebbe esposta.

"La Società sostiene i continui sforzi della FDA per valutare la sicurezza del BPA, ma rimane preoccupata per il fatto che la politica sul BPA e altre sostanze chimiche che interferiscono con il sistema endocrino ignora la totalità dei dati scientifici disponibili," ha detto Janet E. Hall, MD, presidente di The Endocrine Society, in una dichiarazione.

""Incoraggiamo la FDA a considerare studi a basso dosaggio che esaminano importanti endpoint endocrinologici quando si elaborano politiche riguardanti BPA o altre sostanze chimiche che interferiscono con il sistema endocrino" diceva la dichiarazione. "Molti degli studi trascurati sugli effetti a basse dosi sono lavori ben progettati, pesantemente rivisti e finanziati dai NIH. I risultati di questa ricerca mostrano effetti significativi sulla salute a esposizioni sostanzialmente inferiori a quelle ritenute sicure dalla FDA."

Il programma federale sui vaccini va in soccorso

Il programma federale Vaccines for Children (VFC) ha contribuito a bloccare un’epidemia di meningococco in Oklahoma nel 2010, hanno scritto funzionari statali della sanità pubblica nel Rapporto settimanale sulla morbilità e la mortalità.

Quando diversi studenti delle scuole elementari hanno contratto infezioni da meningococco, inclusi due decessi, i funzionari sanitari hanno cercato di vaccinare o somministrare antibiotici ai loro compagni di classe e ad altri con cui avrebbero potuto essere in contatto, per un totale di oltre 2.500 persone.

I fondi statali erano disponibili per acquistare vaccini solo per il 25% delle persone che i funzionari speravano di vaccinare. Il programma Vaccines for Children è stato realizzato per la maggior parte del resto: più di 1.000 delle quasi 1.500 dosi alla fine somministrate.

I bambini su Medicaid, quelli senza assicurazione o quelli con un’assicurazione che non copre tali vaccinazioni sono idonei per i vaccini nel programma.

Il messaggio da portare a casa, secondo il rapporto: "L’uso dei fondi VFC può rafforzare la copertura vaccinale tra i bambini idonei in un contesto di focolaio."

Uno studio apparso sulla rivista Pediatrics rileva che quasi il 30% degli studi clinici che coinvolgono bambini non vengono mai pubblicati. In questa analisi di 150 secondi, il revisore clinico di MedPage Today F. Perry Wilson, discute come i dati di 70.000 bambini non possano mai vedere la luce del giorno.

F. Perry Wilson, MD, MSCE, è un assistente professore di medicina presso la Yale School of Medicine. Ha conseguito il BA presso l’Università di Harvard, laureandosi con lode in biochimica. Ha poi frequentato il Columbia College of Physicians and Surgeons a New York City. Da lì si è trasferito a Filadelfia per completare la sua specializzazione in medicina interna e la borsa di studio in nefrologia presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania. Durante i suoi slim4vit funciona anni post laurea, ha anche conseguito un Master of Science in Clinical Epidemiology presso l’Università della Pennsylvania. È un autore affermato di molti articoli scientifici e detiene diverse borse di studio NIH. È un revisore di MedPage Today e, oltre alle sue analisi video, è autore di un blog, The Methods Man. Puoi seguire @methodsmanmd su Twitter.

Ultimo aggiornamento 4 agosto 2016

L’urgenza ipertensiva è un’area clinica grigia, senza raccomandazioni di consenso sull’adeguatezza di una valutazione o trattamento ospedaliero. Ora un ampio studio apparso su JAMA Internal Medicine suggerisce che, per molti pazienti, il trattamento ambulatoriale può essere ragionevole. Il revisore clinico di MedPage Today F. Perry Wilson MD, MSCE, esamina la qualità delle prove in questa analisi di 150 secondi.

F. Perry Wilson, MD, MSCE, è un assistente professore di medicina presso la Yale School of Medicine. Ha conseguito il BA presso l’Università di Harvard, laureandosi con lode in biochimica. Ha poi frequentato il Columbia College of Physicians and Surgeons a New York City. Da lì si è trasferito a Filadelfia per completare la sua specializzazione in medicina interna e la borsa di studio in nefrologia presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania. Durante i suoi anni post laurea, ha anche conseguito un Master of Science in Clinical Epidemiology presso l’Università della Pennsylvania. È un autore affermato di molti articoli scientifici e detiene diverse borse di studio NIH. È un revisore di MedPage Today e, oltre alle sue analisi video, è autore di un blog, The Methods Man. Puoi seguire @methodsmanmd su Twitter.

Uno studio apparso sulla rivista Nutrition and Diabetes ha trovato una correlazione tra un elevato consumo di pasta e un BMI inferiore. In questa analisi di 150 secondi, il revisore clinico di MedPage Today F.Perry Wilson esamina se i risultati debbano essere inghiottiti interamente e fornisce una lezione sulle statistiche alla base "Il paradosso di Simpson."

F. Perry Wilson, MD, MSCE, è un assistente professore di medicina presso la Yale School of Medicine. Ha conseguito il BA presso l’Università di Harvard, laureandosi con lode in biochimica. Ha poi frequentato il Columbia College of Physicians and Surgeons a New York City. Da lì si è trasferito a Filadelfia per completare la sua specializzazione in medicina interna e la borsa di studio in nefrologia presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania. Durante i suoi anni post laurea, ha anche conseguito un Master of Science in Clinical Epidemiology presso l’Università della Pennsylvania. È un autore affermato di molti articoli scientifici e detiene diverse borse di studio NIH. È un revisore di MedPage Today e, oltre alle sue analisi video, è autore di un blog, The Methods Man. Puoi seguire @methodsmanmd su Twitter.

Da quando le vendite di marijuana ricreativa sono iniziate in Colorado nel 2014, ci sono state preoccupazioni per i bambini che hanno accesso alla droga. Uno studio apparso su JAMA Pediatrics ora presenta alcune prove che le esposizioni involontarie di THC sono in aumento. In questa analisi di 150 secondi, il revisore clinico di MedPage Today F. Perry Wilson dà uno sguardo ai dati.

F. Perry Wilson, MD, MSCE, è un assistente professore di medicina presso la Yale School of Medicine. Ha conseguito il BA presso l’Università di Harvard, laureandosi con lode in biochimica. Ha poi frequentato il Columbia College of Physicians and Surgeons a New York City. Da lì si è trasferito a Filadelfia per completare la sua specializzazione in medicina interna e la borsa di studio in nefrologia presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania. Durante i suoi anni post laurea, ha anche conseguito un Master of Science in Clinical Epidemiology presso l’Università della Pennsylvania. È un autore affermato di molti articoli scientifici e detiene diverse borse di studio NIH. È un revisore di MedPage Today e, oltre alle sue analisi video, è autore di un blog, The Methods Man. Puoi seguire @methodsmanmd su Twitter.

Quanti apparentemente "positivo" gli studi sono sbagliati? In questa analisi approfondita, il revisore clinico di MedPage Today F. Perry Wilson, MD, spiega che il numero potrebbe essere molto più alto di quanto pensi.

Alcuni studi medici sono sbagliati. Lo sappiamo per intuizione ed esperienza. Ma quanti? Possiamo tollerare alcuni studi falsi positivi in ​​letteratura, a condizione che la maggior parte della ricerca sia ancora buona. La scienza può correggersi lungo la strada. Ma quale percentuale di studi che rivendicano un beneficio di un farmaco o di un intervento è veramente vera? Se sei ottimista, dirai da qualche parte intorno al 95%. E probabilmente sei lontano. Per capire perché, non guardare oltre il valore P.

Il valore P. Nell’arena iper-competitiva della ricerca medica, ha assunto un livello di importanza ben oltre ciò che era inteso dal suo inventore R. A. Fisher.

E in effetti, potrebbe essere una delle statistiche più fuorvianti di tutta la medicina.

Cominciamo dall’inizio. Gli umani amano le categorie. Quando facciamo uno studio, vogliamo sapere se i risultati sono positivi o negativi. Siamo creature binarie con poco spazio per lo spettro o la sottigliezza.

Dal desiderio di classificare la ricerca, è nata la soglia del valore P convenzionale di 0,05. Se esegui un test statistico e ottieni un valore P di 0,05, significa che otterrai risultati strani come il tuo, o più strani, il 5% delle volte, supponendo che operasse solo il caso.

Perché non l’ho appena detto "i tuoi risultati hanno meno del 5% di possibilità di sbagliare"? Beh, non l’ho detto perché non sarebbe vero. Eppure, questo è ciò che le persone tendono a pensare quando vedono un valore P basso.

Per avere davvero un po ‘di intuizione dietro a questo, però, hai bisogno di un esempio.

Di ‘che io e te stiamo camminando per strada e trovo un quarto.

Comincio a capovolgerlo casualmente e ad annotare i risultati. Teste. Teste. Teste. Teste. A che punto ritieni che ci sia qualcosa di strano in questo trimestre? Dopo due teste di fila? Dopo le quattro? Dopo 10? La maggior parte delle persone inizia a insospettirsi intorno a cinque teste di fila. Sottolineo che la semplice probabilità suggerirebbe che ciò accada un po ‘più del 3% delle volte. Quello "prurito" che qualcosa non va, qualcosa non sta accadendo come dovrebbe sotto un creatore benevolo che fa quarti solo con una testa e una coda, ci dà la nostra soglia di valore P.

Ora immagina che non sia stato io, il tuo amico, a raccogliere un quarto di dollaro sul lato della strada.

Era questo ragazzo.

Un mago di strada. E per di più, ti offre $ 2 ogni volta che il trimestre esce croce, ma devi pagarlo $ 1 ogni volta che il trimestre esce testa. Saresti sospettoso? Quante teste di fila prima che ti allontani da quella scommessa?

Quello che stai facendo qui sta usando qualcosa chiamato "probabilità a priori". Quando ho appena trovato il trimestre per strada, la tua probabilità precedente che fosse un trimestre normale a due lati era molto alta.

About the author

sigal